Categoria: Mostre

Mostra Luciano Minguzzi a Cento

Cento, cittadina della bassa ferrarese celebre per il suo variopinto carnevale, ospita presso la Rocca una mostra dedicata  a Luciano Minguzzi (Bologna 1911 – Milano 2004), scultore bolognese la cui cifra stilistica è il risultato di un solido realismo a cui si sono sovrapposti l’amore per la tradizione italiana e l’influenza di correnti a lui contemporanee, quali il cubismo di Pablo Picasso. Tra le influenze quindi l’arte etrusca, quella classica greco-romana, ma anche Jacopo della Quercia, il sopracitato Picasso o Medardo Rosso. La mostra di Cento offre percorsi cronologici e tematici di immersione nell’opera di Minguzzi, analizzata in relazione...

Read More

Genesi mostra Salgado Genova

Aprirà i battenti il 26 febbraio prossimo una delle mostre più attese nel capoluogo ligure: si tratta di Genesi, ultimo celeberrimo lavoro di Sebastião Salgado, grande fotografo brasiliano che, per questo progetto, ha viaggiato per 8 anni nei luoghi più remoti della Terra. E’ un vero e proprio atto d’amore per il pianeta, un grido che richiede di cambiare il nostro stile di vita, per salvaguardare l’unico grande tesoro che non possiamo permetterci di perdere. Oltre 200 gli scatti esposti, provenienti da ciascuno dei 5 continenti attraverso cui Salgado ha viaggiato. DIsponibile anche l’omonimo libro fotografico, già oggetto di culto, tanto che le versioni limitata e Art edition sono vendute rispettivamente a 2500 e 7500 €… Notizia sponsorizzata da Makinario...

Read More

Mostre fotografiche Milano

In occasione dell’expo sono molte le mostre e gli eventi che caratterizzano l’estate milanese 2015: tra queste un’attenzione particolare sembra essere dedicata alla fotografia, in particolare ad esposizioni che mostrino come il capoluogo lombardo sia cambiato negli ultimi decenni. Partiamo con “MIlano, storia e metamorfosi di una città”, un percorso espositivo ospitato presso gli spazi di Linke in via Avancini 8 ad Abbiategrasso, in cui 4 artisti (Virgilio Carnisio, Andrea Mariani, Thomas Pagani e Luca Rotondo) ripercorrono alcuni decenni di cambiamenti edilizi e sociali. La mostra è curata da Roberta Levi e promossa dall’associazione culturale Milano città aperta. Presso...

Read More

Catalogo mostra Picasso e la modernità spagnola

SCONTO 15% SUL CATALOGO UFFICIALE! 39€ 33,15€ Continuerà fino al 25 gennaio 2015 la mostra che Firenze dedica a Picasso e al rapporto tra l’artista di Malaga e i principali artisti di lingua spagnola a lui contemporanei. Ospitata nel magnifico contesto di Palazzo Strozzi, nel pieno centro di Firenze, la mostra approfondisce temi e la gestazione di alcune opere, consentendo di comprendere meglio le influenze di Picasso sulla contemporaneità, nonché le similitudini e le differenze nell’affrontare temi comuni da parte di diversi grandi artisti. Oltre a Picasso, presenti nel complesso 90 opere di Dalì, Gonzalez, Miro, Juan Gris tra gli altri. Particolarmente gradita e importante la possibilità di utilizzare il catalogo della mostra sia come guida per la visita vera e propria, sia come oggetto da collezione per chi la mostra l’ha già visitato o è impossibilitato a farlo: acquista tramite TryItaly il catalogo ufficiale della mostra Picasso e la modernità spagnola a 33,15 euro invece che al prezzo ufficiale di...

Read More

Madonna Esterhazy Raffaello milano

Palazzo Marino ospita dal 3 dicembre la celeberrima Madonna Esterhàzy di Raffaello Sanzio: resterà in esposizione fino all’11 gennaio 2015, data in cui partirà per il viaggio di ritorno al Museo di Belle Arti di Budapest. Realizzata nel 1508, l’anno in cui Raffaello si trasferì da Firenze a Roma, la Madonna col bambino e San Giovannino (Madonna Esterhàzy) rappresenta anche cronologicamente uno dei momenti più importanti della storia dell’arte italiana. Mentre infatti Raffaello si trasferiva a Roma per lavorare alle stanze vaticane, Michelangelo stava lavorando alla Cappella Sistina e Leonardo da Vinci si apprestava a lasciare Firenze per Milano prima e per la Loira dopo qualche anno. E proprio il genio di Vinci, attentamente studiato da Raffaello, sembra essere citato direttamente da quest’opera che, tuttavia, rappresenta anche il superamento dell’espressività leonardesca: non a caso lo stesso sfondo dell’opera, incompiuta e per questo mai consegnata da Raffaello ad alcuno, rappresenta i ruderi del Foro Romano che richiamano al recupero della classicità. La Madonna Esterházy è affiancata nella Sala Alessi da altri due dipinti milanesi, simili per soggetto e per datazione al capolavoro: la Vergine del Borghetto, la migliore copia antica della Vergine delle rocce di Leonardo rimasta a Milano, attribuibile a Francesco Melzi, e la Madonna della rosa di Giovanni Antonio Boltraffio. Sarà così possibile osservare le evidenti affinità nelle espressioni dei volti e nelle pose dei personaggi, ma anche...

Read More