Olio extravergine ligure

Qualità contro quantità: potrebbe essere riassunta così la filosofia che sta dietro la produzione di olio extravergine d’oliva in Liguria. Le colline a picco sul mare proteggono la regione dai freddi settentrionali, garantendo grazie al benefico influsso del mare il clima ideale per la coltura dell’ulivo. Di contro sono estremamente ridotti i terreni utilizzabili: da qui la grande qualità dell’olio prodotto e la su quantità limitata. Ulteriore fenomeno che caratterizza la produzione olearia ligure è l’estrema frammentazione: tanti produttori con terreni poco estesi e, quindi, produzioni limitate. Regina assoluta della produzione di olio ligure è l’oliva taggiasca, di antica origine mediorientale, da cui si ottiene un olio delicatissimo, capace di non alterare i sapori dei cibi a cui si abbina, ideale per accompagnare piatti di pesce o della tradizione ligure. Presenti nella regione altre cultivar autoctone, meno note ma spesso altrettanto pregiate: Colombara, Pignola, Pietrasantina, Arnasca, Lavagnina, Morino, Lizona. Nel 1997 alla regione è stata assegnata la Dop Riviera Ligure, a sua volta suddivisa in tre aree minori a menzione geografica aggiunta: Riviera dei Fiori, Riviera del Ponente Savonese, Riviera di...

Read More