Cattedrale di San Lorenzo Genova

Cattedrale di San Lorenzo Genova

Tornando a Campetto, di fronte al Palazzo Imperiale si può imboccare la bella Via di Scurreria. Risalendola si raggiunge Piazza S.Lorenzo, dominata dalla Cattedrale omonima. La costruzione del Duomo, cattedrale sin dal X secolo, si è protratta per secoli richiedendo l’intervento di un grande numero di artisti, dando così origine a una particolarissima commistione di stili, visibile già nella facciata: la statua detta “dell’Arrotino” (una meridiana) è gotico-francese, i due maestosi leoni accanto ai portali sono antelamici, il rosone risale al XV secolo, le due torri, di cui una incompiuta e terminante con loggiato, sono quattro-cinquecentesche…Ricostruita nel 1296 in seguito a un incendio, l’interno mantiene intatto il solenne aspetto medievale. Nella navata di destra (in tutto le navate sono tre) è collocata la “bomba inesplosa”: il 9 febbraio 1941 l’ordigno colpì la Cattedrale, distruggendone parte delle coperture per via dell’impatto, ma rimanendo appunto provvidenzialmente inesplosa. I suggestivi ambienti sotterranei in pietra grigia ospitano il Museo del tesoro di San Lorenzo (visitabile da lunedì a sabato, dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00). Qui il valore storico e qualità artistica degli oggetti esposti, provenienti addirittura dalle Crociate, sono amplificati grazie all’originale allestimento e al sistema di illuminazione, che aumentano la suggestione del complesso. Gli oggetti, una cinquantina, sono infatti disposti in piccole salette circolari che richiamano le antiche tombe a Tholos. Tra i più importanti: la Croce di Zaccaria, bizantina, con cui anticamente veniva benedetto il doge e il sacro catino, un piatto in vetro verde, dove secondo la tradizione Gesù Cristo avrebbe bevuto il venuto durante l’ultima cena… Per maggiori informazioni: 010 247183 – www.museosanlorenzo.it
Sono visitabili anche le torri (minimo di 10 persone).