La Lachera è il carnevale tradizionale di Rocca Grimalda, paese dell’alessandrino, situato a pochi chilometri da Ovada.
Il nome di questa festa deriva dalla danza festosa dei Lachè, i servitori che, in puro stile carnevalesco, per un breve periodo dell’anno divenivano protagonisti della scena pubblica, grazie al classico rovesciamento delle gerarchie tipico di ogni carnevale. Ecco allora che imitazioni grottesche dei potenti e scherzi diventano protagonisti e fanno da contorno al vero evento centrale della Lachera: il corteo nuziale degli sposi, altro elemento tipico dei riti propiziatori che annunciavano l’arrivo della primavera nelle antiche culture tradizionali. I travestimenti esibiti durante il carnevale sono il risultato di secoli di rappresentazioni: in particolare l’utilizzo di maschere a copertura del viso venne proibito in epoca fascista e venne recuperato solo alla fine del secolo scorso, quando lo scultore Natale Panaro, sulla base delle immagini di antiche edizioni, le ricostruì.

I PERSONAGGI
Oltre agli sposi, la Lachera è animata dai Lachè, i servitori con lunghi cappelli fioriti che ricordano le mitre vescovili, i Trapulin, sorta di Arlecchini muniti di fruste e sonagli, i Zuavi muniti di spade e accompagnati da ballerine, il Guerriero nero, che rappresenta il male o l’inverno ormai sconfitto, il Bebè, una sorta di diavolo con corna di capra che corrompe e molesta le ragazze presenti alla festa.

Il corteo degli sposi viene infine chiuso da Campagnole e Mulattieri, le prime inserite nel carnevale in epoca fascista, mentre i secondi ricordano i carrettieri che solevano trasportare il vino, prodotto quanto mai prezioso in queste terre.

L’edizione 2018 si terrà il 3 e 4 febbraio: il sabato avrà luogo La Questua, un evento precedente il corteo vero e proprio, durante la quale le maschere si recano presso le aie della zona venendo ripagati con offerte di vino e cibo e, al termine della quale, i partecipanti si recano sul Belvedere del paese per il rogo del Carvà, ovvero il fantoccio che rappresenta il Carnevale.
La domenica, dalle ore 15, animerà le vie del paese il tradizionale corteo nuziale.

I costumi della Lachera si possono ammirare all’interno delle sale  espositive del Museo della Maschera di Rocca Grimalda.

 

Salva