CARNEVALE DI ASCOLI 2024: PROGRAMMA

Pur non vantando antiche origini il Carnevale di Ascoli, che inizia ufficialmente il 17 gennaio, ovvero nel giorno in cui si festeggia Sant’Antonio Abate protettore degli animali, è un evento molto sentito e partecipato nella città marchigiana.
Nato nel 1958, quando si svolse la prima edizione, il carnevale ascolano anche quest’anno rispetta la tradizione e prevede un calendario di eventi a partire dal 17 gennaio

Sant’Antonio Abate: programma 17 gennaio

Presso il centro ippico ‘Le Coste’ avrà luogo la ‘XI cavalcata di Sant’Antonio, 
Ore 13 piazza Arringo: esposizione statua del Santo. 
Ore 15: benedizione degli animali e dei mezzi agricoli impartita dal vescovo Gianpiero Palmieri
Ore 15.30: processione da piazza Arringo alla parrocchia di San Giacomo della Marca a Borgo Solestà
Ore 17: messa di chiusura della festa.
Ore 20: cena di Sant’Antonio.
Il 20 e 21 gennaio a partire dalle ore 16, in centro storico si svolgerà la undicesima rassegna dei canti di questua.

Il carnevale vero e proprio ad Ascoli si festeggerà a partire dal giovedì grasso, ovvero dall’8 febbraio.
Questo il programma

8 FEBBRAIO
Carnevale delle scuole: come da tradizione in mattinata saranno gli studenti ad aprire i festeggiamenti in piazza del Popolo e in piazza Arringo
Nel pomeriggio grande evento in Piazza del Popolo, dove a partire dalle 16 sarà ospite Cristina D’Avena che allieterà il pubblico accompagnata dai Gem Boys.

Il venerdì 9 e lunedì 12 saranno protagoniste le associazioni giovanili, mentre sabato 10 febbraio alle ore 12 termineranno le iscrizioni al concorso mascherato. Subito dopo prime maschere per le strade cittadine.
Domenica11 e martedì 13 si raggiungerà il culmine dei festeggiamenti con il Carnevale in piazza.

Il Carnevale di Ascoli Piceno 2024 si rinnova con il premio “Fanfulla”

Il Carnevale di Ascoli Piceno, noto per la sua vocazione al teatro di strada, introduce un nuovo premio in memoria di Tonino Silvaggio, storico protagonista della manifestazione.
Il “Premio Tonino ‘Fanfulla’ – Ancaria d’Oro” è un concorso riservato a maschere singole che premia la migliore performance ed interpretazione creativa. Il vincitore riceverà una iconografia in bronzo e oro raffigurante la Dea Ancaria, realizzata da Gianluca Staffolan, e quattro borse di studio presso l’Accademia Frida.
Tonino Silvaggio era un uomo ironico e goliardico, che non si vergognava di ironizzare sulla sua disabilità. Nel 1969, dopo un incidente, perse il braccio destro e da allora venne soprannominato “Fanfulla”, personaggio della commedia dell’arte noto per la sua arguzia e la sua abilità nel mascherare la sua menomazione.
Il premio “Fanfulla” è un riconoscimento alla sua figura e al suo contributo al Carnevale di Ascoli Piceno, manifestazione che da sempre si distingue per la sua capacità di aggregare e di promuovere la creatività

Tutte le date del Carnevale 2024