QUALI SONO LE CONTRADE A SIENA

Le contrade senesi sono uno degli elementi caratteristici e celeberrimi della città di Siena: chiunque, anche chi a Siena non è mai stato, sa cosa sono visto che queste gareggiano per due volte l’anno, nel palio di Siena, per garantirsi la supremazia cittadina.
Ma quante sono le contrade? Quali sono i loro nomi e le zone della città che rappresentano?
Proviamo a fare un po’ di ordine.
Innanzitutto le contrade sono in tutto 17 ed ognuna di loro rappresenta una zona della città (vedi mappa): in rigoroso ordine alfabetico abbiamo l’Aquila, il Bruco, la Chiocciola, la Civetta, il Drago, la Giraffa, l’Istrice, il Leocorno, la Lupa, il Nicchio, l’Oca, l’Onda, la Pantera, la Selva, la Tartuca, la Torre e il Valdimontone.
Questa la mappa che mostra la dislocazione geografica di contrade e contradaioli.

QUALI SONO LE CONTRADE A SIENA: UNA BREVE STORIA
La nascita delle contrade, che comunemente viene fatta risalire al XV secolo, deriva dalla suddivisione della città in Terzi, quello di Città, di Camollia e di San Martino, che a loro volta sono poi suddivisi in contrade. Sarebbe però riduttivo parlare delle contrade semplicemente come dei quartieri o delle suddivisioni amministrative: esse hanno sì un preciso riferimento geografico, ma sono vere e proprie comunità allargate e vive, con la propria Chiesa e la propria Società di Contrada. Affondano le radici nell’abitudine che già nel Trecento i senesi avevano di riunirsi per discutere in modo allargato questioni di vita comune. L’esigenza di ogni contrada di avere una ricaduta nella vita reale dei contradaioli ha causato, nella storia, la soppressione/morte di quelle contrade che di fatto non erano più rappresentate come quelle del Gallo, del Leone o della Vipera.
Scopri la storia di Siena

Come vengono scelte le contrade che partecipano al Palio?
Le contrade vengono scelte tramite un complesso rituale di estrazioni a sorte l’ultima domenica di maggio per il Palio del 2 Luglio e non oltre la seconda domenica di Luglio per il Palio del 16 Agosto. Per maggiori informazioni clicca qui.

Il terzo più antico di Siena è quello di Città: questo, a sua volta, è suddiviso nelle contrade dell’ Aquila, Chiocciola, Onda, Pantera, Selva e Tartuca. Geograficamente è la zona in cui è compresa la parte più famosa di Siena, quella del Duomo.
Al terzo di Camollia, situata nella parte nord di Siena in direzione Firenze, appartengono invece le contrade del Bruco, quella del Drago, la Giraffa, l’Istrice, la Lupa e l’Oca.
Infine il Terzo di San Martino è composto da Civetta, Leocorno, Nicchio, Torre e Valdimontone.
I nomi delle contrade derivano quasi tutti da animali, veri o mitologici, ad eccezione dell’Onda, della Torre e di Valdimontone.