Dal 27 ottobre 2023 al 7 aprile 2024, il Museo degli Innocenti di Firenze ospita la prima mostra dedicata ad Alphonse Mucha, il più importante artista ceco, padre dell’Art Nouveau e creatore di immagini iconiche. Mucha nasce a Ivancice, nella Repubblica Ceca, nel 1860. Fervente patriota e sostenitore della libertà politica dei popoli slavi, si dedica all’arte e nel 1887 si trasferisce a Parigi, dove affina le sue arti e incontra la donna che cambierà per sempre la sua vita: Sarah Bernhardt, l’attrice più bella e famosa dell’epoca.

ALPHONSE MUCHA A FIRENZE: IL LEGAME CON SARAH BERNHARDT

Bernhardt affida ad Alphonse Mucha la sua immagine, e l’artista crea una serie di poster che lo rendono popolarissimo. Nascono così le famose “donne di Mucha”, immagini di donne bellissime, sensuali e seducenti, ritratte in un’atmosfera onirica e fiabesca. L’uso di colori brillanti, di linee sinuose e di motivi floreali caratterizza lo stile di Mucha, che viene presto imitato da altri artisti. Le sue opere sono utilizzate per pubblicizzare prodotti di ogni genere, dai profumi ai biscotti, e Mucha diventa uno dei più richiesti artisti pubblicitari del suo tempo.
Nonostante il successo, Mucha non dimentica il suo impegno patriottico e sociale. Nel 1910 torna a Praga e si dedica per quasi venti anni a quello che è considerato il suo più grande capolavoro, l’Epopea slava, una serie di venti tele che raccontano la storia dei popoli slavi.
Mucha muore a Praga nel 1939.

La mostra di Alphonse Mucha a Firenze, curata da Martina Corgnati, presenta oltre 200 opere di Mucha, tra cui i suoi più celebri poster, illustrazioni, dipinti e disegni. L’esposizione sarà un’occasione unica per conoscere l’opera di uno dei più grandi artisti del XX secolo, che ha contribuito a definire lo stile dell’Art Nouveau.

Alphonse Mucha Firenze
Orari di apertura: tutti i giorni dalle ore 9.30 alle ore 19.00
(la biglietteria chiude un’ora prima)

Biglietti
Intero € 16,00
Ridotto € 14,00

Dintorni di Firenze: la leggenda di Semifonte