Escher torna a Roma con la più grande mostra mai realizzata: palazzo Bonaparte ospiterà dal 31 ottobre oltre 300 opere del maestro olandese.

MOSTRA ESCHER ROMA FINO AL 1 APRILE 2024

A 100 anni dalla sua prima visita nella Capitale, Escher torna a Roma con una mostra epocale che vedrà esposti tutti i più grandi capolavori del genio olandese. La mostra, che si tiene a Palazzo Bonaparte dal 31 ottobre al 30 aprile 2024, è un evento eccezionale che presenta al pubblico, oltre ai suoi capolavori più celebri, anche numerose opere inedite mai esposte prima.
L’antologica comprende circa 300 opere, tra cui l’iconica “Mano con sfera riflettente” (1935), “Vincolo d’unione” (1956), “Metamorfosi II” (1939), “Giorno e notte” (1938), la celebre serie degli “Emblemata”, e tantissime altre.

Escher, artista scoperto in tempi relativamente recenti, ha conquistato milioni di visitatori nel mondo grazie alla sua capacità di parlare ad un pubblico molto vasto. L’artista olandese è amato da chi conosce l’arte, ma anche da chi è appassionato di matematica, geometria, scienza, design, grafica. Nelle sue opere confluiscono una grande vastità di temi, e per questo nel panorama della storia dell’arte rappresenta un unicum.

Il periodo romano ebbe una forte influenza su tutto il suo lavoro successivo che lo vide prolifico nella produzione di litografie e incisioni soprattutto di paesaggi, scorci, architetture e vedute di quella Roma antica e barocca che lui amava indagare nella sua dimensione più intima, quella notturna, alla luce fioca di una lanterna.
In mostra a Palazzo Bonaparte, infatti, sarà presente anche la serie completa dei 12 “notturni romani” prodotti nel 1934.

Carnevale 2024 a Roma: tutti gli eventi