OLIVO S’OZZASTRO LURAS

S’Ozzastru è un esemplare di olivo selvatico (Olea europaea) la cui età, secondo l’Università di Sassari, è stimata tra i 2500 e i 4 000 anni, stima che lo fa rientrare di diritto nella ristretta élite degli alberi più antichi in Italia. Questo maestoso esemplare si trova nel comune di Luras, in provincia di Sassari,  nord della Sardegna, più precisamente in località Santu Baltòlu di Karana, nelle vicinanze della chiesetta di campagna dedicata a san Bartolomeo. Le ipotesi del botanico piemontese Bruno Peyronel suggeriscono addirittura che l’olivo S’Ozzastru potrebbe superare i 5.000 anni di età, tuttavia, al momento, non esistono dati scientifici che supportino appieno queste affermazioni, così come accade per altri alberi, per i quali Peyronel ha solo potuto formulare ipotesi sulla loro età.

Il nome “S’Ozzastru” è un termine in lingua sarda che si traduce come “l’olivastro patriarca di tutti gli olivastri” o “su babbu mannu” (il grande padre), come lo definiscono alcuni sardi. Il tronco di questo albero straordinario ha una circonferenza di undici metri e mezzo, mentre il diametro della chioma raggiunge i 21 metri, con un’imponenza che si estende fino a un’altezza di 14 metri. Sin dal 1991, S’Ozzastru è stato riconosciuto come monumento naturale.

S0no 4288 i grandi “Patriarchi verdi”, ovvero quegli alberi che il Ministero dell’agricoltura ha inserito in un elenco di piante protette, l’Elenco degli alberi monumentali in Italia, creato il 19 dicembre 2017.
Scopri di più qui.