Appena al di fuori della città vecchia, in posizione frontale rispetto alla Stazione Marittima e ai piedi della collina di San Rocco, sorge il Palazzo del Principe.

Il palazzo, recentemente restaurato e commissionato dall’ammiraglio Andrea Doria nella prima metà del ‘500, è sorto dall’unione di alcuni palazzi presistenti. Per volontà del suo costruttore divenne una vera e propria corte rinascimentale, luogo in cui il mecenatismo produsse opere e decorazioni varie: nel palazzo hanno operato rinomati artisti italiani e stranieri, tra cui spiccano Rubens e Perin del Vaga. Il tema principale degli affreschi e delle decorazioni presenti è la celebrazione della famiglia Doria che tuttora abita nel palazzo (con il ramo Doria Pamphilj).

All’interno della villa sono visitabili la loggia, numerosi saloni e la Galleria Aurea. All’esterno stupisce il meraviglioso giardino, anticamente affacciato sul mare, dominato dalla Fontana del Tritone, attorno alla quale si intersecano simmetricamente le aiuole quadrangolari.

LA STORIA DEL PALAZZO DEL PRINCIPE

Antica residenza del doge, costruita nel Cinquecento poco oltre l’antica porta di San Tommaso, quindi fuori le mura cittadine che inglobavano la città, il palazzo, pur mantenendo il carattere di spazio privato di Andrea Doria, fu più volte luogo in cui si ricevevano personaggi importanti di ogni nazione. Qui, nonostante il palazzo non fosse inserito nell’elenco dei Rolli in quanto fuori le mura, furono ricevuti nei secoli personaggi importantissimi quali Carlo V o Napoleone.

A monte la villa era sormontata da un grande parco collinare che arrivava fino alla sommità della collina di San Rocco, mentre uno splendido giardino all’italiana separava la grande villa dal mare prospicente: per alimentare fontane e giochi d’acqua dei due spazi esterni venne progettato un piccolo invaso artificiale, il “Lagaccio”, oggi scomparso, che diede il nome all’omonimo quartiere soprastante l’area di Principe.

Il parco collinare è completamente scomparso, inglobato dallo sviluppo urbano e dalla costruzione della linea ferroviaria, mentre il giardino è tuttora esistente: una vera e propria oasi in cui entrare liberamente.
L’approdo al mare era caratterizzato da una splendida loggia, oggi letteralmente imprigionata tra la metropolitana, la sopraelevata e il porto.

Scopri i nostri itinerari nel centro storico di Genova

“Veduta del palazzo del principe Doria a Fassolo”, ante 1769.
Visione frontale del prospetto sud del palazzo, con vista sui giardini, sulla facciata meridionale, sul parco retrostante e sullo scomparso bastione di San Michele all’estrema destra della stampa.
Di Antonio Giolfi, da un disegno preparatorio di Giuseppe Riviera e incisione di Giovanni Lorenzo Guidotti. Genova, Collezione Topografica del Comune, inv. 1007.

OPERA DI DOMINIO PUBBLICO
L’autore è deceduto nel 1769, quindi quest’opera è nel pubblico dominio anche in tutti i Paesi e nelle aree in cui la durata del copyright è la vita dell’autore più 100 anni o meno.
Quest’opera è nel pubblico dominio negli Stati Uniti in quanto pubblicata (o registrata all’U.S. Copyright Office) prima del 1º gennaio 1928.

“Veduta del palazzo del principe Doria a Fassolo”, ante 1769.
Visione frontale del prospetto sud del palazzo, con vista sui giardini, sulla facciata meridionale, sul parco retrostante e sullo scomparso bastione di San Michele all’estrema destra della stampa.
Di Antonio Giolfi, da un disegno preparatorio di Giuseppe Riviera e incisione di Giovanni Lorenzo Guidotti. Genova, Collezione Topografica del Comune, inv. 1007.

OPERA DI DOMINIO PUBBLICO
L’autore è deceduto nel 1769, quindi quest’opera è nel pubblico dominio anche in tutti i Paesi e nelle aree in cui la durata del copyright è la vita dell’autore più 100 anni o meno.
Quest’opera è nel pubblico dominio negli Stati Uniti in quanto pubblicata (o registrata all’U.S. Copyright Office) prima del 1º gennaio 1928.

PALAZZO DEL PRINCIPE, PROSPETTO EST

Questa litografia realizzata da Nicolas Marie Joseph Chapuy (1790-1858) tra il 1842 e il 1850 mostra il prospetto est del complesso del palazzo del Principe: sono visibili la collina di San Rocco con la chiesa omonima, la statua di Giove di Marcello Sparzo (1586) non più esistente, il muraglione lungo cui oggi corre la funicolare di Granarolo e il limite delle mura cittadine del secolo XIV, che qui culminavano nel bastione di San Michele e in quello di San Tommaso, dove si apriva la porta omonima.
Quest’opera fa parte della Collezione Topografica del Comune di Genova (n. inv. 1001)

OPERA DI DOMINIO PUBBLICO
L’autore è deceduto più di70 anni fa, quindi quest’opera è nel pubblico dominio anche in tutti i Paesi e nelle aree in cui la durata del copyright è la vita dell’autore più 100 anni o meno.

 

In quest’opera di Pasquale Domenico Cambiaso, dipinta nel 1864 e conservata presso il museo di arte moderna di Nervi, è possibile notare come, immediatamente oltre il prospetto est del palazzo, scorresse un rivo utilizzato dalla lavandaie della zona. Oggi il rivo risulta tombato e al suo posto troviamo via mura degli Zingari.

Alessandro Baratta, dettaglio de «La Famosissima e Nobilissima Città di Genova con les sue fortificasioni / designte et intagliate da Alessandro Baratta / ad is lanza di Giouanni Orlandi Romano l’an. 1637 (sic)», disegnata da Alessandro Baratta e stampata nel 1637. In evidenza i bastioni di San Tommaso e San michele ad est, la zona di Fassolo ad ovest

SCOPRI LE NOSTRE “GENOVA EXPERIENCE”!!!

Tour privato a piedi di Genova

Cosa vedere a Genova => Tour privato a piedi alla scoperta del centro storico del capoluogo ligure!

Tour di Genova e gita a Portofino

Visita guidata di Genova a piedi, visita Porto antico, crociera in battello da Santa Margherita a Portofino
Disponibilità giovedì e sabato

Tour musicale di Genova

Visita i luoghi vissuti dai grandi musicisti genovesi
Disponibilità: tutti i giorni

Biglietto per la Lanterna

Biglietti di ingresso saltafila per la Lanterna
Disponibilità: venerdì, sabato e domenica

Tour gastronomico di Genova

Assaggi di focaccia e cappuccino, focaccia con formaggio, pasta al pesto, dolce tradizionale, gelato artigianale, caffè gourmet
Disponibile tutti i giorni

Tour mercato + esperienza culinaria

Tour del mercato ed esperienza culinaria con  cuoca privata.
Home cooking, assaggio di autentiche ricette genovesi
Disponibile tutti i giorni

Cena itinerante

Tour guidato tra assaggi di prodotti tipici, storie e aneddoti unici
Disponibilità: tutti i giorni

Genova dall'alto + Acquario

Visita sulle alture di Genova, antica farmacia
Dolce tipico a Castelletto + biglietto Acquario
Disponibilità: tutti i giorni

Tour culinario di un giorno

Degustazione di prodotti locali, assaggi di farinata, focaccia, vermentino e pranzo in location esclusiva sul mare
Disponibile tutti i giorni

Lezione privata di cucina + degustazione

Corso di cucina in una casa privata genovese
Assaggio di quanto cucinato accompagnato da un bicchiere di vino locale
Disponibilità: tutti i giorni

Tour in barca e a piedi

Mini crociera in battello e passeggiata nei vicoli
Disponibilità: domenica

Tour in bus scoperto

Biglietto valido per una o due giornate, percorso di più tappe
Disponibilità: tutti i giorni